Il costo economico della violazione dei diritti di proprietà intellettuale nel settore delle borse e delle valigie

Lo studio sul costo economico della violazione dei diritti di proprietà intellettuale nel settore delle borse e delle valigie esamina le perdite – dirette e indirette – in termini di entrate per l'industria e di perdite di posti di lavoro riconducibili alla presenza di prodotti contraffatti, nonché il loro impatto sulle finanze pubbliche. Sulla base dei dati ufficiali disponibili al pubblico, lo studio esamina solo la fabbricazione, e non il commercio all'ingrosso e al dettaglio. Per questo motivo, i numeri assoluti che figurano nel presente studio non possono essere confrontati direttamente con quelli presentati in precedenza per i cosmetici e i prodotti d'igiene personale e per l'abbigliamento e le calzature.


Risultati principali:

  • 12,7 % di vendite perse dal settore a causa della contraffazione
  • 1,6 miliardi di EUR di entrate perse ogni anno dal settore
  • ulteriori 1,6 miliardi di EUR di mancate vendite nei settori collegati
  • 12 100 posti di lavoro diretti persi
  • 25 700 posti di lavoro diretti e indiretti persi
  • 516 milioni di EUR di entrate pubbliche perse (contributi sociali e imposte)


Lo studio prende in esame i seguenti prodotti:

  • Borse e valigie
  • finimenti e selleria
  • braccialetti non metallici per orologi
  • articoli in cuoio: cinghie di trasmissione, imballaggi, stringhe per calzature, ecc.


Scarica lo studio qui

Copertina del bollettino dell'Osservatorio, edizione di ottobre

Il costo economico della violazione dei diritti di proprietà intellettuale nel settore delle borse e delle valigie

Il sesto studio settoriale esamina le perdite dirette e indirette di reddito per l'industria e di posti di lavoro, dovute alla presenza di prodotti contraffatti, nonché i maggiori costi per governi e società.


Scarica PDF


Risorse
Comunicato stampaMostraNascondi
InfograficaMostraNascondi