La proprietà intellettuale è presente in quasi ogni aspetto della vita moderna. In virtù del suo forte legame con l’innovazione e la creatività, rappresenta un settore importante sia per gli educatori sia per gli studenti, nel quale l’EUIPO è attivo attraverso l’Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale. Grazie alla banca dati delle opere orfane le organizzazioni beneficiarie e i titolari di diritti ricevono assistenza per avere accesso a tali opere e ricercarle.

L’innovazione e la creatività costituiscono il futuro dell’UE e i tesori culturali dell’Unione sono una parte essenziale del suo passato.

Attraverso la banca dati delle opere orfane e i suoi progetti con gli educatori di tutta l’Unione, la cultura e l’istruzione svolgono un ruolo rilevante nelle attività dell’Osservatorio.

La banca dati delle opere orfane è stata creata ed è gestita dall’EUIPO in conformità dell’articolo 3, paragrafo 6, della direttiva 2012/28/UE. Fornisce informazioni relative alle opere orfane, che sono protette dal diritto d’autore ma i cui autori o altri titolari di diritti non sono noti o non possono essere individuati. Tali opere si trovano nelle collezioni di biblioteche, istituti di istruzione, musei, archivi, istituti per il patrimonio cinematografico o sonoro ed emittenti di servizio pubblico negli Stati membri dell’UE.

Mediante le attività svolte nell’ambito della PI nell’istruzione, l’EUIPO collabora con gli educatori di tutta l’UE per agevolare l’insegnamento della proprietà intellettuale nelle scuole e per fornire al mondo dell’istruzione risorse di supporto sulla PI.