Le organizzazioni nazionali devono essere coinvolte nelle iniziative di sensibilizzazione, quali le campagne, allo scopo di garantire che a livello locale siano elaborati i messaggi e gli strumenti adeguati e che i metodi di sviluppo siano adattati al pubblico nazionale.

L’Osservatorio dell’UE riceve regolarmente richieste relative a un potenziale sostegno finanziario per iniziative nazionali di sensibilizzazione che sono a rischio per mancanza di finanziamenti a livello nazionale o che necessitano di un contributo supplementare per essere sviluppate o ampliate.

Alcune di tali iniziative sono pienamente in linea con l’approccio che l’EUIPO promuove attraverso l’Osservatorio e possono essere pertanto integrate nelle iniziative messe a punto dall’Osservatorio medesimo.

In forza del suo mandato di sostenere le attività intraprese dalle autorità nazionali, dal settore privato e dalle istituzioni dell’UE preposte alla lotta contro le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, l’EUIPO ha deciso di creare un programma aperto e competitivo a sostegno delle iniziative in tale settore.

 

Invito a presentare proposte

Progetti sostenuti nel quadro delle sovvenzioni 2019

Questo invito a presentare proposte 2019 rispecchia l’approccio di sensibilizzazione elaborato dall’EUIPO, inteso ad accrescere la consapevolezza dei consumatori, in particolare giovani e bambini, in contesti accademici, come indicato nel programma di lavoro 2019 dell’Osservatorio. Studi recenti pubblicati dall’EUIPO, specie lo studio «I cittadini europei e la proprietà intellettuale: percezione, consapevolezza e comportamento» e la «Scheda di valutazione sui giovani e la PI 2019» mostrano con dati concreti come i diritti di proprietà intellettuale (PI) sono percepiti dai cittadini dell’Unione europea, in un momento in cui le politiche economiche tendono sempre più a incoraggiare l’innovazione e la creatività.

L’invito a presentare proposte mira a sensibilizzare circa i vantaggi derivanti dalla protezione della PI e i danni causati dalla violazione dei relativi diritti, evidenziando l’importanza della PI nel sostenere la creatività, l’innovazione e l’imprenditorialità tra i giovani europei.

È inteso ad accrescere la conoscenza e a favorire la partecipazione del pubblico prioritario per promuovere il rispetto dei diritti di PI, nell’intento, in ultima analisi, di modificare i comportamenti delle persone, riducendo l’utilizzo di prodotti contraffatti e l’accesso a contenuti digitali da fonti illegali.
Questo invito fa seguito agli inviti del 2015 e del 2017 e ha i seguenti obiettivi:

  • accrescere la conoscenza del valore della PI in quanto strumento di tutela della creatività e dell’innovazione, fornendo informazioni concrete e obiettive sulla PI in tale contesto e sensibilizzando sui danni conseguenti alle violazioni dei diritti ad essa legati;
  • coinvolgere in tali questioni il pubblico prioritario, tenendo conto delle possibilità di creare un idoneo effetto leva e, in particolare, delle modalità con cui il pubblico si aspetta di essere interpellato nel merito (tono non paternalistico, obiettivo e neutrale), nell’ottica di modificare i comportamenti e frenare l’interesse verso la contraffazione e la pirateria.

Mediante l’invito l’Ufficio si attende di:

  • garantire la massima estensione degli obiettivi individuati;
  • far partecipare influencer del settore, quali blogger, artisti e altri soggetti (docenti ed esperti accademici o moltiplicatori come i media, le autorità pubbliche o le associazioni giovanili), capaci di raggiungere il pubblico destinatario attraverso un processo chiaramente definito e misurabile;
  • assicurare la sostenibilità e la scalabilità dei risultati del progetto.

Per ottenere i risultati attesi, l’Ufficio ha elaborato descrizioni specifiche incentrate sul pubblico destinatario, che devono essere seguite dai beneficiari della sovvenzione. Inoltre, vi sono indicatori chiave di prestazione predefiniti in termini di volume e quantità (a seconda della natura dell’attività e dei canali utilizzati), che sono stati forniti obbligatoriamente dal beneficiario nella fase di presentazione della proposta e che saranno monitorati durante l’intera attuazione del progetto.

Come negli anni precedenti le proposte sono state suddivise in diversi lotti:

  • lotto 1: progetti rivolti a bambini e docenti/futuri docenti mediante attività didattiche in contesti di apprendimento accademici e non accademici;
  • lotto 2: progetti rivolti ai consumatori/cittadini, in particolare i giovani.

Tra le 41 proposte ricevute sono stati selezionati 13 progetti, di cui sette per il lotto 1 e sei per il lotto 2. Tutti i progetti sono descritti in dettaglio in questo compendio sulla base delle informazioni fornite dai proponenti nel 2019.

 

Progetti sostenuti nel quadro delle sovvenzioni 2017-2019

Nell’ambito dell’invito 2017 sono stati sostenuti 19 progetti. Tutti i progetti sono descritti in dettaglio in questo compendio sulla base delle informazioni fornite dai proponenti nel 2017. Qui è disponibile un video promozionale delle sovvenzioni 2017-2019 (una versione più breve è consultabile qui).

 

Progetti sostenuti nel quadro delle sovvenzioni 2015-2017

Nell’ambito dell’invito 2015 sono stati sostenuti 11 progetti. Tutti i progetti sono descritti in dettaglio in questo compendio sulla base delle informazioni fornite dai proponenti nel 2015.

Maggiori informazioni su tutte le sovvenzioni sono reperibili qui.

 

Protezione dei dati

Il trattamento è soggetto al regolamento (UE) 2018/1725 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2018, sulla tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni, degli organi e degli organismi dell’Unione e sulla libera circolazione di tali dati, e che abroga il regolamento (CE) n. 45/2001 e la decisione n. 1247/2002/CE.