Vai alla pagina iniziale
EUIPO
Tutela i tuoi marchi, disegni e modelli nell´Unione europea

Tutela la tua proprietà intellettuale nell´Unione europea

Menu

 

Rete in materia di PI: cooperazione europea

La rete dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPN) riunisce gli uffici nazionali e regionali di PI dell’UE, l’EUIPO, i partner internazionali e i clienti dell’Ufficio per costruire una rete della PI più forte nell’Unione europea.

 

La cooperazione presso l’EUIPO comprende la creazione di strumenti e servizi online e l’armonizzazione delle prassi nell’ambito di una potente rete europea di partner.

 

 

La cooperazione con gli uffici nazionali e regionali di proprietà intellettuale dell’UE, con la partecipazione degli utenti, è ora un compito fondamentale dell’Ufficio, che riflette il duplice carattere dei sistemi europei dei marchi, disegni e modelli, caratterizzato dalla coesistenza dei titoli dell’UE e nazionali/regionali e dalla loro relazione complementare.

Con il PS 2025, l’EUIPO continuerà a dedicare risorse considerevoli a tale compito, ampliando il ruolo e accrescendo l’importanza dell’EUIPN, al fine di apportare cambiamenti positivi sul campo.

I progetti di cooperazione europea che saranno sviluppati nell’ambito di questo piano strategico sono stati approvati nel novembre 2019 dagli organi direttivi dell’Ufficio e caratterizzano il ciclo più vasto e più completo dei progetti di cooperazione intrapresi dall’EUIPN, con tre nuovi progetti destinati, tra l’altro, alle piccole e medie imprese e servizi di collaborazione con membri dell’EUIPN. I progetti promuoveranno il completo recepimento della direttiva sui marchi e porteranno avanti il lavoro di sviluppo e miglioramento degli strumenti e dei servizi elaborati nei cicli di cooperazione precedenti.

Da qui al 2025 saranno implementati otto filoni di progetti. Ogni progetto è sostenuto da un gruppo di lavoro composto da esperti degli uffici di PI nazionali e regionali dell’UE, utenti e, a seconda dei casi, esperti di organizzazioni internazionali.

 

PCE1: Consolidamento dell’attuazione degli strumenti dell’EUIPN MostraNascondi

Questo progetto comprende l’attuazione degli strumenti dell’EUIPN sviluppati in collaborazione con i progetti PCE2 e PCE3 presso gli uffici nazionali e regionali di PI dell’UE. Questi strumenti riguardano l’intero ciclo di deposito e di esame dei marchi, disegni e modelli: Front Office fornisce assistenza nel deposito elettronico mentre altri strumenti, come Back Office, assistono gli uffici nella procedura d’esame.

 

PCE2: miglioramento e aggiornamento degli strumenti dell’EUIPN MostraNascondi

Questo filone di sottoprogetti comprende importanti miglioramenti per Front Office, Back Office, TMview e DesignView, oltre ad alcuni miglioramenti per lo strumento Similarity e un sottoprogetto per massimizzare l’utilizzo di strumenti di lavoro collaborativo e di TMClass.

 
PCE3: nuovi strumenti MostraNascondi

Questo progetto include una serie di sottoprogetti quali: desktop delle decisioni (Decision Desktop) per agevolare il processo di elaborazione delle decisioni agli esaminatori; l’IMAS (Integrated Multiple Assessment Solution) per fornire loro strumenti di supporto alla stesura delle decisioni; un’infrastruttura informatica basata sul cloud computing per assistere gli uffici di PI con la messa a disposizione del cloud computing o di tecnologie similari per garantire servizi di trasmissione di dati attraverso l’EUIPN; adeguamento degli strumenti dell’EUIPO allo scopo di offrire nuove soluzioni tecniche per l’EUIPN, prendendo come riferimento tecnologie e soluzioni interne dell’EUIPO.

 
PCE4: convergenza delle prassi MostraNascondi

Questo progetto si occupa principalmente di promuovere lo sviluppo di standard e prassi di esame comuni in cooperazione con gli uffici nazionali e regionali di PI nell’UE, ivi comprese le prassi comuni PC8, PC9, PC10, PC11 e PC12. Tre di queste ultime riguardano ambiti della prassi in materia di marchi: la PC8 tratta l’uso di un marchio in una forma che si differenzia da quella con cui è stato registrato; la PC9 riguarda il carattere distintivo dei marchi di forma contenenti altri elementi quando la forma in sé non è distintiva; la PC11 concerne i nuovi tipi di marchi, ossia i marchi multimediali, sonori, di movimento e olografici. Nel settore dei disegni e modelli, la PC10 si occupa dei criteri per valutare la divulgazione di disegni e modelli su Internet. La PC12 è la prima iniziativa in materia di convergenza nell’ambito dei procedimenti e si concentra sui requisiti accettabili in materia di deposito, struttura e presentazione degli elementi di prova dinanzi agli organi di ricorso, nonché sul trattamento di elementi di prova confidenziali nelle decisioni sui ricorsi.

 
PCE5: sostenibilità della rete MostraNascondi

Questo progetto include una serie di sottoprogetti quali: la digitalizzazione degli archivi storici e della documentazione relativa ai fascicoli sui marchi e sui disegni e modelli; certificazioni della gestione dei progetti e della qualità per gli uffici di PI e il relativo personale; l’assistenza tecnica sul campo destinata agli uffici di PI; la mappatura delle tecnologie emergenti e degli sviluppi commerciali per le esigenze degli uffici di PI; l’assistenza a tali uffici nello sviluppo e nel monitoraggio dei programmi di cooperazione pluriennali e, infine, l’introduzione dei coordinatori nazionali dell’EUIPO, incaricati di potenziare e migliorare la comunicazione e l’implementazione attuali dei progetti di cooperazione europea con gli uffici di PI degli Stati membri.

 
PCE 6: sostenere le PMI MostraNascondi

Data l’importanza economica e innovativa delle PMI nell’Unione europea, uno degli elementi centrali del PS 2025 è rappresentato dal sostegno a tali imprese.

Il progetto di cooperazione europeo 6 «Sostenere le PMI» (PCE 6) è inteso a migliorare la competitività delle PMI sensibilizzandole in merito all’importanza e al valore dei diritti di proprietà intellettuale e aiutandole a farne un uso più efficace.

Il PCE 6 è legato da una stretta cooperazione al programma dell’EUIPO per le PMI e ad altre iniziative ad esse correlate. Tutti si basano sulle priorità delineate dalla Commissione europea nel piano d’azione sulla proprietà intellettuale del 25 novembre 2020, che specifica l’obiettivo generale di sfruttare le risorse europee di PI.

Il progetto è attuato in collaborazione con gli uffici centrali della proprietà industriale degli Stati membri e in consultazione con le associazioni di utenti. La vicinanza alle PMI, l’accesso a reti di PI e PMI interessate e la conoscenza specialistica delle lingue nazionali e delle questioni di PI rendono la loro partecipazione essenziale per il successo dell’iniziativa.

 
PCE7: attuazione della direttiva MostraNascondi

L’obiettivo principale di questo progetto è elaborare strumenti comuni e azioni di sviluppo delle capacità tecniche per agevolare gli uffici di PI e gli utenti nel recepimento efficiente e completo della direttiva sui marchi, in collaborazione con i progetti PCE2 e 3. Il PCE7 prevede tre flussi di lavoro: supporto all’attuazione della direttiva, con l’ausilio di strumenti, per analizzare le possibili aree di sviluppo dopo l’attuazione; supporto all’attuazione della direttiva con la formazione, per organizzare webinar ed eventi formativi con gli uffici di PI e le associazioni di utenti affinché questi ultimi siano informati sulle modifiche introdotte; repertorio del diritto e delle prassi in materia di PI, per sviluppare una piattaforma online che funga da punto di accesso centrale alle direttive in materia di marchi, disegni e modelli, alle disposizioni giuridiche, alla giurisprudenza e all’e-learning.

 
PCE8: servizi di collaborazione MostraNascondi

Nell’ambito di questo nuovo progetto, l’EUIPO e gli uffici di PI mirano a cooperare nella condivisione di informazioni e nello scambio di competenze tecniche e assistenza al fine di garantire l’interoperabilità tra le procedure e i sistemi nell’intera rete e di migliorare la coerenza, l’efficienza e l’efficacia. Il progetto collegiale PCE8 (Servizi di collaborazione - PEER) ha la finalità di istituire una rete di esperti europei in materia di proprietà intellettuale provenienti dagli uffici di PI degli Stati membri, dalle associazioni di utenti e dall’EUIPO. I flussi di lavoro del progetto PEER analizzeranno, forniranno consulenza e condivideranno funzioni in ambiti di comune interesse della proprietà intellettuale che riguardano diritti nazionali di PI, settori selezionati dell’esame degli impedimenti assoluti e relativi, settori selezionati della classificazione di prodotti e servizi e delle indicazioni di prodotti, disegni e modelli, la collaborazione in caso di domande di marchio parallele e lo sviluppo di capacità potenziali dell’EUIPN.

Il primo flusso di lavoro ad essere avviato sarà il progetto collegiale sui diritti nazionali (articolo 8, paragrafo 4, RMUE) attraverso la creazione di una rete PEER di esperti che rappresenterà una risorsa per la consulenza e la consultazione su diritti nazionali specifici di PI. Grazie a questi flussi di lavoro, la rete PEER fornirà inoltre contributi per: i progetti PCE7 (repertorio del diritto e delle prassi in materia di PI), PCE4 (mantenimento di prassi comuni) e PCE2 (strumento Similarity), la riunione del gruppo di lavoro del centro operativo EUIPN per la classificazione in materia di marchi, disegni e modelli.

Quest’attività collaborativa finalizzata ad armonizzare gli approcci a una serie di aspetti relativi alla PI offrirà maggiore chiarezza, certezza del diritto, qualità e utilizzabilità sia per i richiedenti che per gli uffici di PI degli Stati membri. Il PCE8 comprende inoltre il sottoprogetto della Rete europea delle Autenticità, nel cui ambito gli uffici di PI intendono diventare protagonisti a livello nazionale della lotta alla contraffazione.

 

Cooperazione: banche dati e strumenti

La cooperazione presso l’EUIPO ha dato luogo allo sviluppo degli strumenti di punta dell’Ufficio: TMview, TMclass, Designclass e Designview. Inoltre ha messo a disposizione degli uffici nazionali e regionali di proprietà intellettuale dell’UE strumenti all’avanguardia per il deposito elettronico, i servizi elettronici e il back office, contribuendo alla realizzazione di un sistema integrato della PI in tutta la nostra Unione.
La cooperazione ha inoltre guidato lo sviluppo di una suite di strumenti per la clientela e gli uffici di PI, al fine di agevolare la procedura di domanda, esame e gestione dei marchi e dei disegni e modelli.

Convergenza

La convergenza ha un ruolo centrale nella cooperazione presso l’EUIPO, con una serie di progetti che collegano l’Ufficio agli uffici di PI dell’UE e alle organizzazioni di utenti al fine di trovare un terreno comune nei settori in cui vigono prassi divergenti per gli uffici di PI. Quest’attività si sta attualmente espandendo al di fuori dell’UE.

 

I principali benefici per gli utenti sono:

  • protezione: accesso più semplice, efficace ed efficiente alla protezione offerta dai sistemi di registrazione a livello sia nazionale sia dell’UE;
  • risparmio: risparmi sui costi grazie all’adozione delle stesse prassi in tutti gli uffici;
  • certezza del diritto: maggiore certezza del diritto al momento della presentazione di una domanda di marchio, disegno o modello.

La convergenza limiterà, se non eradicherà del tutto, le situazioni in cui domande di marchi, disegni e modelli simili sono trattate in modo diverso.

 

PC1. Comunicazione comune sulla prassi comune relativa all’accettabilità dei termini di classificazione e alle indicazioni generali delle intestazioni delle classi della classificazione di Nizza Mostra Nascondi
PC2. Comunicazione comune sull’interpretazione dell’ambito di protezione delle intestazioni delle classi della classificazione di Nizza (precedentemente esecuzione della sentenza «IP Translator») Mostra Nascondi
PC3. Comunicazione comune sulla prassi comune relativa al carattere distintivo – marchi figurativi contenenti elementi verbali descrittivi/non distintivi Mostra Nascondi
PC4. Comunicazione comune sulla prassi comune relativa alla portata della protezione dei marchi in bianco e nero Mostra Nascondi
PC5. Comunicazione comune sulla prassi comune relativa agli impedimenti relativi – rischio di confusione (impatto di elementi privi di carattere distintivo/con carattere distintivo debole) Mostra Nascondi
PC6. Comunicazione comune sulla prassi comune riguardante la rappresentazione grafica di disegni e modelli Mostra Nascondi
PC8. Comunicazione comune sulla prassi comune riguardante l’uso di un marchio in una forma che si differenzia da quella in cui è stato registrato Mostra Nascondi
PC9. Comunicazione comune sulla prassi comune riguardante il carattere distintivo dei marchi tridimensionali (marchi di forma) contenti elementi verbali e/o figurativi in caso di forma che non presenta di per sé carattere distintivo Mostra Nascondi
PC10. Comunicazione comune sulla prassi comune riguardante i criteri di valutazione della divulgazione di disegni e modelli su Internet Mostra Nascondi
Comunicazione comune sulla rappresentazione dei nuovi tipi di marchi Mostra Nascondi
PC11. Comunicazione comune sulla prassi comune riguardante i nuovi tipi di marchio: esame dei requisiti formali e impedimenti alla registrazione Mostra Nascondi
PC12. Comunicazione comune sulla prassi comune riguardante gli elementi di prova nei procedimenti di ricorso in materia di marchi: deposito, struttura e presentazione delle prove e trattamento di prove riservate Mostra Nascondi

 

Da sempre la cooperazione presso l’EUIPO è molto di più della somma delle sue parti. Riunisce gli uffici di PI dell’UE, le associazioni di utenti e il personale dell’EUIPO in gruppi di lavoro che si incontrano periodicamente per seguire l’evoluzione di ogni progetto. I gruppi di lavoro beneficiano del contributo di esperti dell’UE in materia di PI, di rappresentanti dell’Ufficio europeo dei brevetti (UEB) e dell’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI) e del punto di vista del cliente, che è di importanza cruciale.

Nel 2017 la cooperazione europea presso l’EUIPO ha ricevuto il Premio europeo per il servizio pubblico ( European Public Service Award) nella categoria europea e in quella regionale per il lavoro con cui ha contribuito alla nascita di un panorama paneuropeo coerente e razionale della PI.
Ultimo aggiornamento della pagina 03-08-2022
Utilizziamo cookie sul nostro sito web per supportare caratteristiche tecniche che migliorano l’esperienza dell’utente. Inoltre, applichiamo tecniche di analisi dei dati. Clicca per maggiori informazioni