Vai alla pagina iniziale
EUIPO
Tutela i tuoi marchi, disegni e modelli nell´Unione europea

Tutela la tua proprietà intellettuale nell´Unione europea

Menu

Notizie

marzo 18, 2019 Informazioni sull´EUIPO

Studio dell’EUIPO/OCSE «Tendenze del commercio di prodotti contraffatti e usurpativi»


L’EUIPO e l’OCSE hanno collaborato nuovamente per quantificare il valore, l’ambito e la portata del commercio mondiale di prodotti contraffatti.

 

L’EUIPO e l’OCSE hanno collaborato nuovamente per quantificare il valore, l’ambito e la portata del commercio mondiale di prodotti contraffatti. La prima relazione di questo tipo è stata pubblicata nel 2016 e si era basata sui dati relativi ai sequestri doganali e al commercio internazionale per il 2013; adesso, le due organizzazioni hanno aggiornato la relazione con dati più recenti riguardanti il 2016. Dai risultati dello studio emerge che il problema dei falsi nel commercio mondiale si è aggravato: si calcola che le merci contraffatte rappresentino attualmente ben il 3,3 % del commercio mondiale (rispetto al 2,5 % indicato nello studio precedente). Dal punto di vista dell’UE, il 6,8 % delle importazioni dal resto del mondo è costituito da falsi, rispetto al 5 % rilevato dallo studio precedente. Tale cifra equivale a 121 miliardi di EUR all’anno.

Il nuovo studio, reso pubblico il 18 marzo a Parigi presso l’OCSE, ha inoltre evidenziato che i prodotti falsi interessano un cospicuo numero di settori in costante aumento e hanno origine in diversi paesi. Sebbene la Cina rimanga la fonte principale di prodotti contraffatti, è cresciuto sempre più il peso anche di altri paesi.

Infine, la relazione esamina la provenienza dei titolari di diritti i cui diritti di PI vengono violati. La contraffazione colpisce prevalentemente le imprese con sede nell’UE, negli Stati Uniti, in Giappone e in Corea del Sud, sebbene sempre più spesso siano interessate anche imprese dei mercati emergenti. Il punto è che qualsiasi impresa in possesso di una proprietà intellettuale di valore è a rischio.

Tutte le pubblicazioni dell’Osservatorio, compreso il presente studio, sono disponibili sulla nostra pagina web.


 
Utilizziamo cookie sul nostro sito web per supportare caratteristiche tecniche che migliorano l’esperienza dell’utente. Inoltre, applichiamo tecniche di analisi dei dati. Clicca per maggiori informazioni
x