Contenuti - TMclass
logo
Indice

In breve

TMclass riunisce le banche dati di classificazione (descrizioni, o termini, di prodotti e servizi) di tutti gli uffici (dei marchi) partecipanti per agevolare la classificazione dei prodotti e dei servizi. La classificazione è necessaria quando si presenta la domanda di registrazione di un marchio, che si tratti di un marchio internazionale, di un marchio dell'Unione europea che garantisce la protezione in tutti gli Stati membri dell'UE o di un marchio per un paese specifico.

Quando si cerca un termine di classificazione in TMclass, sono indicate le banche dati degli uffici partecipanti, che contengono tale termine. Se il termine non figura nella banca dati di un ufficio partecipante, ciò non significa necessariamente che il termine sarà respinto dall'ufficio in questione. La procedura può tuttavia richiedere tempi più lunghi, in quanto non è possibile procedere alla classificazione automatica e la domanda deve essere controllata da un esaminatore.

Se si scelgono termini in più di una classe, può essere richiesto il pagamento di tasse supplementari. Per esempio, la tassa di registrazione presso l'EUIPO prevede la possibilità di scegliere fra tre classi, mentre l'ufficio del Regno Unito (UKIPO) applica una tassa ridotta per ogni classe aggiuntiva. Pertanto è bene verificare le norme applicate dall'ufficio partecipante presso il quale si registra il marchio.


Storia

In passato la tutela dei marchi avveniva a livello di ogni singolo paese. La procedura era piuttosto complicata, in quanto per poter richiedere la protezione in un altro paese bisognava conoscerne la lingua. I diversi paesi classificavano inoltre i prodotti e i servizi in modo radicalmente diverso.

Dal 1957 sono state prese varie iniziative per unificare il modo in cui i diversi uffici e paesi classificano i prodotti e i servizi ai fini della registrazione dei marchi. Tra tali iniziative figurano la classificazione di Nizza, l'accordo trilaterale e il progetto di armonizzazione, descritti di seguito.

La struttura ad albero è uno strumento amministrativo concepito per aiutare l’utente a capire dove un termine possa essere classificato prima di registrare un marchio. La struttura, creata dall'EUIPO e dagli uffici nazionali dei paesi UE con la collaborazione dell'OMPI, è basata sulla classificazione di Nizza ma non fa ufficialmente parte del relativo sistema di classificazione e non ha alcun effetto giuridico nell’ambito dell’esame dei marchi o del confronto di prodotti e servizi.

La classificazione di Nizza

La classificazione di Nizza, adottata dall'OMPI nel 1957, è un sistema di classificazione di prodotti e servizi per la registrazione dei marchi. È stata istituita da un trattato multilaterale denominato "Accordo di Nizza relativo alla classificazione internazionale dei prodotti e servizi ai fini della registrazione dei marchi", amministrato dall'OMPI e concluso nel 1957 (www.wipo.int).

Numerosi paesi hanno adottato la classificazione di Nizza per classificare i prodotti e i servizi ai fini della registrazione dei marchi.

La classificazione di Nizza comprende i titoli delle classi, le note esplicative e l'elenco alfabetico dei prodotti e dei servizi. I titoli delle classi descrivono a grandi linee la natura dei prodotti o dei servizi contenuti in ciascuna delle 34 classi di prodotti e 11 classi di servizi. Per visualizzare l'elenco completo dei titoli delle classi, si prega di consultare la Classificazione di Nizza. Ogni classe è provvista di note esplicative che descrivono il tipo di prodotto o di servizio compreso e, in alcuni casi, non compreso in una classe. L'elenco alfabetico indica categorie specifiche di prodotti e una gamma di servizi in ordine alfabetico, mostrando sempre la relativa classe di appartenenza.

In TMclass alcune descrizioni di prodotti e servizi sono contrassegnate con una N. Ciò indica che il termine proviene dall'elenco alfabetico della classificazione di Nizza. Questa indicazione compare solamente nei dati provenienti dall'EUIPO.

Un elenco di prodotti e servizi formato unicamente da descrizioni tratte dalla classificazione di Nizza sarà considerato come correttamente classificato, se i prodotti e i servizi sono stati utilizzati nella classe indicata nella banca dati.


Lista ID

Il TM5 è formato dall’Ufficio dei marchi e brevetti americano (USPTO), l’Ufficio dei brevetti giapponese (JPO), l’Ufficio coreano della proprietà intellettuale (KIPO), l’Amministrazione statale per l’industria e il commercio cinese (SAIC) e l’Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO). Uno dei progetti appartenenti a questo quadro di collaborazione è quello della Lista ID.


Il progetto di armonizzazione

Scopo dell'armonizzazione è conseguire una prassi di classificazione comune tra gli uffici partecipanti, al fine di proporre all'utente un unico elenco di prodotti e servizi, in tutte le lingue, e un unico modo di applicare la prassi di classificazione per garantire che gli elenchi di prodotti e servizi siano accettati e respinti secondo gli stessi criteri.

Contesto:

La classificazione di Nizza è stata istituita principalmente a fini amministrativi. È stata adottata da numerosi uffici dei marchi, compreso l'EUIPO, per la classificazione dei prodotti e dei servizi ai fini della registrazione dei marchi. Se una categoria di prodotti o servizi non figura nell'elenco alfabetico, si applica una serie di norme di classificazione per determinare la classe. Poiché tale decisione è soggetta a varie interpretazioni, l'Ufficio ha elaborato diverse prassi di classificazione nel corso degli ultimi decenni.

Tali differenze creano confusione. Non agevolano l'utente e non permettono ai richiedenti di disporre di un unico elenco di classificazione per il medesimo marchio presso i diversi uffici.

L'idea di armonizzazione è emersa in occasione di una conferenza su TMclass svoltasi nel luglio 2008. Tutti i partecipanti hanno convenuto che non dovrebbero esistere differenze di classificazione tra gli uffici. L'avvio per una nuova banca dati armonizzata è stato dato dall'UKIPO e dall'EUIPO, che hanno deciso di elaborare una banca dati comune di prodotti e servizi in lingua inglese. La Svezia ha quindi deciso di aderire al progetto e ha adottato la banca dati inglese tradotta in svedese quale proprio elenco ufficiale. Altri uffici hanno seguito lo stesso approccio e la maggior parte degli uffici dell'UE ha manifestato interesse in tal senso.

Tutti gli uffici europei che utilizzano l'inglese come lingua di lavoro (ossia EUIPO, Regno Unito, Irlanda e Malta) hanno adottato l'elenco armonizzato in inglese.

In sostanza lo scopo è di agevolare il processo, per esempio: i richiedenti un marchio utilizzano un elenco di classificazione comune nei diversi uffici che hanno deciso di accettarlo sin dall'inizio. Il rischio di obiezioni per il richiedente è ridotto e gli uffici partecipanti devono trattare domande meno lacunose.

TMclass evidenzia le differenze di classificazione ancora presenti tra gli uffici partecipanti e continuerà a essere uno strumento autonomo valido a livello europeo, sempre aperto all'adesione da parte di nuovi uffici.

Al momento oltre la metà degli uffici nazionali e l'EUIPO (l'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale) forniscono dati per TMclass. Saranno presto incorporate anche le banche dati dell'OMPI (Organizzazione Mondiale ella Proprietà Intellettuale).

Ritornare a TMclass